blog di luciano

Il tormentone

La pubblicità rappresenta una realtà di fantasia e migliore talvolta della realtà stessa. I guru di questa comunicazione sono degli ammaliatori che rappresentano un mondo parallelo affascinante, che stimola quel che interessa loro: i consumi.
In vista di ogni Natale, vi è sempre una canzoncina che conquista i nostri cuori e diventa, nella ripetitività degli spot, un tormentone. Vince quest'anno "A Natale puoi..." della Bauli, che ci colpisce con i buoni sentimenti e sappiamo quanto ci sia bisogno di questa semplicità.

La gran nevicata

panchine_neve.jpgRullo di tamburi e attesa spasmodica.
Arriverà l'attesa gran nevicata?
Per ora - sono le 16 - qui a Saint-Vincent nulla di fatto!
Chissà altrove...

Stazioni ferroviarie

verres_stazione_treno.jpgIeri a Verrès, stazione che conosco bene perché luogo di giochi da bambino e di partenza negli anni di pendolarismo alle scuole superiori, ho potuto vedere gli effetti della prima parte dei lavori di bonifica e ottimizzazione della struttura.
Assieme a Châtillon e Pont-Saint-Martin, Verrès è stata oggetto di un Accordo di programma quadro con lo Stato che ne farà uno snodo intermodale, visto il ruolo importante di queste tre stazioni ferroviarie, evitando il degrado degli stabili e delle zone attigue.
Fa piacere vedere realizzate le proprie idee.

Candidature

euroregione.jpgCredo molto nell'Euroregione Alp-Med e leggo di un prossimo incontro per discutere di uno dei temi cardine, i trasporti.
Trovo tuttavia un po' ridicolo che, mentre si apre questa dimensione politica transfrontaliera, in Francia - in questa nostra zona di aggregazione - si affrontino tre candidature per le Olimpiadi invernali del 2018.
Le due Savoie, l'una contro l'altra, schierano Annecy e Grenoble, mentre PACA lancia Nizza.

Vicissitudini

convegno_chamonix.jpgIncredibile! Oggi ho avuto problemi (da Chamonix) e non ho scritto.
Confesso che sono stato roso da sensi di colpa per aver mancato la solita puntualità. Una sorta di bonaria dipendenza.
Da domani torno sui temi "veri".

Sasso nello stagno

savt_congresso.jpgIl Savt lancia nel mondo sindacale la proposta non nuova di regionalizzare i contratti di Scuola e Sanità, scelta che figura da anni nei programmi dell'UV.
Conoscendo tuttavia ostilità e mugugni di confederali e autonomi, la scelta - espressa ieri in un incontro comparativo con l'ASGB, sindacato del Tirolo del Sud - appare coraggiosa.
I due settori sono ormai interamente autofinanziati dalla nostra Regione, con grandi costi, ma i contratti per ora sono nazionali.
Per la Sanità dobbiamo proprio guardare a Bolzano, per la scuola il modello è Trento. Necessitano norme di attuazione.

L'ingorgo

pila_coda.jpgBastava guardare l'autostrada ieri sera e non c'è bisogno d'altro.
La stagione dello sci - anche se per i telegiornali ci sono solo le Alpi Orientali - è partita forte. Un amico del blog mi ha scritto dei commenti caustici sulla crisi economica dei camionisti via radio contro i turisti che imprigionavano i loro Tir nelle code.
Natale insomma si annuncia positivamente per il turismo della neve, che per fortuna c'è!

Trafori alpini

treno_galleria.jpgPer un piccolo periodo i problemi dei trasporti in Europa passavano sul mio tavolo, quando ero Presidente della Commissione Trasporti del Parlamento europeo.
Esperienza unica e utile specie per i problemi, che ho continuato a seguire, della zona alpina, barriera fra Nord e Sud.
La Commissione europea ha finalmente sbloccato i cospicui finanziamenti in favore dei due trafori ferroviari alpini Torino-Lione e Brennero. Nella dinamica dei flussi di traffico merci lungo le Alpi è una buona notizia anche per noi.

Bande di ladri

hone_ingresso_micheletto.jpgE' un mio amico il pensionato di Hône aggredito da tre ladri che uscivano da casa sua. Il suo racconto mi ha fatto rabbrividire, soprattutto perché avendo lui reagito con coraggio poteva finire male, anche se la sua impressione, conoscendo bene le armi, è che la pistola fosse una scacciacani.
Contro queste bande mobili di extracomunitari risulterebbe positivo proseguire il progetto di telecamere "Valle d'Aosta sicura" per monitorare il territorio come garanzia di presidio e per prendere, come in questo caso, i banditi in fuga.

Lo schiaffo 2, la vendetta.

charrere_e_albarello.jpgNelle retrovie del Blog si è aperta una polemica accesa sull'esclusione di La Thuile dalla Coppa del Mondo, anche se chi è stato tirato in mezzo qui non ha voluto scrivere e mi spiace per questo, trattandosi di spazio aperto.
Per altro il futuro delle competizioni internazionali in Valle è tema significativo e forse preliminare ad una riflessione serena sugli sport invernali in Valle per una grande intesa per avere di nuovo atleti di livello internazionale.
Sarebbe comunque interessante, senza farsi del male, capire come la stessa cosa - l'esclusione - venga letta dalle diverse prospettive e cosa ce ne faremo in più della pista "Leo David" di Gressoney-Saint- Jean su cui avevo richiesto una valutazione terza per i suoi costi da capogiro.
La "Fisi" è a pezzi e sarà bene capire che fine farà, avendo perso ogni credibilità. La Federazione Internazionale è retta da un monarca astuto e da meccanismi di selezione assai dubbi su cui sarebbe istruttivo indagare.
Che tristezza!

Condividi contenuti

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2019 Luciano Caveri