Senza orologio

Il mio polso senza ombra d'orologioNon ho mai portato l'orologio, se non in un breve periodo da ragazzino, per il fastidio dato sul polso. Da un certo punto in poi - ben prima che gli orologi apparissero in modo ossessivo dappertutto, dalla macchina alla televisione, dal computer al telefonino - per me questa scelta è diventata un vezzo. 
Mi sono divertito nello sviluppare la capacità di sapere che ora fosse, tipo numero da circo, usata anche per svegliarmi al mattino secondo le necessità.
Un'abilità ancora più inutile in un mondo in cui l'ora ci accompagna ormai dappertutto: forse sarebbe stata utile all'epoca delle meridiane, straordinarie macchine del tempo sulle facciate dei muri, o quando per la maggior parte della gente l'ora era quella dall'orologio del campanile, amplificata dal suono della campana.

Commenti

Credevo fossi l'unico o quasi...

a non indossare mai un orologio...
Anche a me dà fisicamente fastidio, posso farne a meno senza problemi essendo il nostro mondo pieno di orologi da guardare: sul telefonino, in auto, sul lavoro, sui campanili.
L'unico aspetto negativo di questa mia abitudine e che quando apro il cassetto del comodino e vedo i miei orologi scarichi, mi impietosisco e cambio loro le pile, per poi non usarli mai...

Non riesco...

ad usare orologi "seri".
In genere uso uno splendido orologio che da "anche" l'ora, oltre che altimetro, barometro, temperatura e bussola.
Splendido da usare in montagna.

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2020 Luciano Caveri