7 Settembre

festa_vda_2009.jpgLa Festa della Valle d'Aosta ha alcuni, pochi nemici a destra come a sinistra.
I motivi sono nel solco bipartisan di uno sconcertante "embrassons - nous", fatto di slogan: l'identità valdostana è un'invenzione, i valori e le idee comuni una barzelletta, lo Statuto un vieto e immeritato privilegio, la classe politica tutta nello stesso sacco di cupidigia e/o stupidità.
Sia chiaro che a questi estremismi non bisogna rispondere distorcendo la realtà: il Popolo valdostano e la sua cultura mutano, le trasformazioni investono il patrimonio collettivo, i meccanismi democratici soffrono di una mancanza di confronto,  esiste un rischio di guardarsi l'ombelico, beandosene.
Ma una Festa, che è ancora piccina per il poco tempo dalla sua istituzione, ci voleva, e spero che i valdostani ne colgano le opportunità.

Commenti

La festa della Valle d'Aosta per i Valdostani...

io vorrei fare un solo commento sulla Festa.
Negli anni scorsi come emigrati, ci è giunto un invito per partecipare alla "Festa della Valle d'Aosta", come emigrati. Quest'anno invece, no.
Ma a dir la verità, non me ne offusco, perché penso proprio che alcune cose debbano essere lasciate a chi vive proprio in Valle, e anche se il peso degli emigrati in un tempo fu importante, quello che conta oggi è di evolvere al passo di chi ci vive proprio e deve affrontare i problemi di ogni giorno.
Far festa alla Valle e cercare di continuare a fare vivi sentimenti di appartenenza, ma bisognerà pure adattare questi requisiti?

Il mancato invito...

è certamente una gaffe.
Concordo sulla necessità che la Festa non sia caricaturale ma corrisponda alla realtà. La simbolistica politica - bandiera, inno, feste - serve a coagulare sentimento e senso di appartenenza.
Non c'è niente di male non essendo il nostro senso identitario venato di quel nazionalismo giacobino che fa del male e soprattutto non trattandosi di un'invenzione ma corrispondendo ad una realtà umana e culturale, che nel tempo ha subito cambiamenti, specie attraverso emigrazione e immigrazioni.

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2020 Luciano Caveri