Ricordi

l_aquila_palazzo_governo.jpgNon ho conosciuto mio nonno René Caveri, morto a 81 anni nel lontano 1948. Prefetto di carriera, per la sua mancata adesione al fascismo, divenne poi, rientrando ad Aosta, Direttore amministrativo dell'Ospedale Mauriziano.
L'anedottica familiare dà conto delle sue peregrinazioni attraverso l'Italia come già era capitato a suo padre Paul - e mio bisnonno - nel corso di un'analoga carriera prefettizia, che lo portò in Valle.
Mi colpiva da bambino il ricordo di mio zio Severino del breve soggiorno in Abruzzo (bellissime montagne e tante pecore!), quando il nonno fu per circa un anno, dal 1919 al 1920, Prefetto dell'Aquila.
Oggi, nello spettrale centro dell'Aquila, disabitato dopo il terremoto, spicca - perché pressoché raso al suolo - il Palazzo del Governo, dove il nonno con la famiglia abitò in quel breve periodo.

Commenti

Libro...

a quando un bel libro di ricordi famigliari?
Se non lo scrivi adesso «che hai un po' di tempo...»

Potrebbe essere un'idea!

Anche se intanto mi sto ricostruendo l'occupazione del tempo.

Non sapevo...

che fossi anche orologiaio... o progetti meridiane?
:-D

Nuovo libro...

condivido pienamente l'idea lanciata da un amico del blog di un nuovo libro sui ricordi familiari!

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2019 Luciano Caveri