Un Ministero ad personam

brambilla_michela_courma.jpgLa rinascita del Ministero del Turismo grida vendetta. Anzitutto viola la volontà popolare che, su iniziativa delle Regioni (compresa la nostra), cancellò il Ministero con un referendum all'inizio degli anni Novanta. In secondo luogo, con una recente sentenza (la 76 del 2009), la Corte Costituzionale (su richiesta di una Regione di centro-destra, il Veneto, contro il Governo Prodi di centro-sinistra, accusato - e oggi cosa dovrebbero fare? - di voler invadere una competenza ormai chiaramente regionale, dopo la riforma costituzionale del 2001...) ha detto in sostanza che a livello centrale basta e avanza un Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri per esigenze di coordinamento.
Invece, il Ministero - già di fatto bocciato dal popolo e dalla Corte Costituzionale - rinasce per fare contenta la Signora Michela Brambilla.

Commenti

Ma tu...

cerchi il capello rosso nell'uovo!!!
Comunque sarà giustificato in qualche modo, magari legato all'emergenza Abruzzo. Si è tanto parlato di deflusso rapido di prenotazioni, mettiamoci una pezza.
Fantagiustificazione?
Può essere, ma seguo la linea.

La foto...

a Courmayeur è significativa, per la faccia un po' perplessa del mio amico Tonino!

Essendo medico...

potrebbe aver visto un virus influenzale?

In Italia...

basta cambiare il nome alla scatola ma lasciare il contenuto tal quale che va bene così.
Vedi Ministero dell'Agricoltura abolito ma sostanzialmente mai abolito...

Giustissimo...

sono convinto, comunque, che se le Regioni ricorreranno alla Corte Costituzionale la Brambilla decadrà da Ministro.

Siamo alla farsa...

alla continua presa per i fondelli delle Istituzioni da parte di coloro che chiamano il loro partito Popolo, ma che se fregano altamente di cosa pensa.
Al "povero" Presidente Napolitano, altro non resta che fare da notaio a queste continue pazzie, a questi continui colpi di testa da parte di Colui che vuole trasformare l'Italia in un'azienda "Mediaset-dipendente", con tanto di immancabili primedonne in lustrini...
Venghino signori al circo Italia!

La moltiplicazione...

dei Ministri - a breve ce ne sarà uno della Sanità - ma anche dei Viceministri pone, a mio avviso, gravissimi imbarazzi, pensando che - in teoria - il PdL dovrebbe essere un partito unico, ma certe ripartizioni avvengono ancora con il "manuale Cencelli".

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2020 Luciano Caveri