Aeroporti

aeroporto.jpgNella mia vita ho preso molti aerei e visto molti aeroporti.
Quel che colpisce oggi nei grandi scali è il crescente spazio per gli esercizi commerciali. Scomparsi i duty free, i pessimisti annunciavano la desertificazione degli aeroporti, dove invece i negozi - penso alle recenti ristrutturazioni a Bruxelles - guadagnano spazio: il viaggiatore è anche compratore!

Commenti

Invece noi

abbiamo problemi con una pista...

E ancora..

Qualcuno si chiede ancora se è giusto ampliarlo, magari perchè affezionato al piccolo chalet adibito a centro di smistamento e di imbarco!

Se andiamo avanti così...

Qualcuno penserà che sia la stazione di partenza dell'ovovia per Pila.
I cambiamenti fanno paura o fanno paura le scelte politiche? Perchè frenare sempre su idee di progresso? Da molti punti di vista, telecomunicazioni, trasporti, rete viaria, siamo inadeguati e in ritardo e si fa di tutto per frenare. Le pacche sulle spalle si danno a tutti gli amministratori e non solo ad alcuni. L'opposizione faccia controllo, ma per la crescita di una comunità. Il ristagno,di ogni tipo, porta solo cattivo odore.

In fatto di frenate..

Come non pensare alla nostra tratta ferroviaria..

Dedicherò

Mi occuperò nei dettagli dell'aeroporto Gex in un prossimo calepin. Il mio pensierino riguardava i grandi aeroporti!

Vero

e scusa se ci siamo allargati. Personalmente ho sempre pensato che l'aeroporto debba essere il primo punto d'accoglienza di una regione. Se sbarco in un bel posto, vivo, che mi da grandi possibilità di capire dove mi trovo, sono invogliato a visitare e mi aspetto molto. Se arrivo in un luogo poco accogliente, l'area esterna è grigia da sembrare un residuato postindustriale...
Prova ne sia che tu ne sei stato piacevolmente e razionalmente colpito.

J'adore les aéroports...

Infatti, il viaggiatore è compratore... ma anche compratore di immagini.
Je passe souvent du temps à attendre, dans les aéroports, et alors, plutôt que d'aller m'installer dans la 'VIP lounge' à laquelle j'ai droit, je préfère me "poser" et regarder les gens qui passent. Alors, on peut s'inventer des histoires, de ces gens qui vont et qui viennent.
E certamente, i negozi sono numerosi abbastanza per farci passare il tempo... ma alla fine, uno non va neanche piu a girare negozi perchè tu sia a Roma, Buenos Aires, Frankfurt, Shanghai o Miami, i negozi sono tutti uguali...
E comunque vorrei dire a Roberto che a volte, si arriva in un aeroporto schifoso, ma quello che si trova dopo, non lo è per niente...

Gentile Diana,

appunto. Visto che fuori non fa schifo...

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2019 Luciano Caveri