Ospedale "Umberto Parini"

ospedale_pronto_soccorso.jpgSuperato il celebre referendum, ora il problema è il rispetto della volontà dei cittadini e della tempistica. La progettualità è definita da tempo e bisogna solo essere flessibili rispetto alla rapida evoluzione della sanità. Mi riferisco alla riduzione complessiva dei letti e a soluzioni tecniche - penso all'energia - che comportino risparmio, sapendo il peso enorme della sanità nel bilancio regionale ed il rischio di vacche magre.

Commenti

lo sapevi

che un comune italiano ha modificato, in silenzio, tutto l'impianto di illuminazione pubblica del territorio ( compreso il municipio) con lampade a LED e ha tagliato i costi, reali, dell'80%?

Alberto Grisero - Aosta

A quasi un anno dal referendum regionale del 18 novembre 2007 (giorno in cui, Berlusconi, "fondava" il Popolo delle Libertà) non ho ancora capito se sia necessario costruire un nuovo ospedale o se sia sufficiente ampliare l'Umberto Parini.

La decisione è nota

Una nuova ala dov'è oggi il parcheggio.

Ospedale

Costruire un nuovo ospedale sarebbe stato un controsenso, va dato atto a Luciano e Tonino Fosson allora Presidente della Regione ed Assessore alla Sanità di aver insistito con successo sulla linea della valorizzazione e dell'ampliamento del Ospedale Parini. Aspettiamo ora le decisioni del nuovo Governo regionale.

Se qualcuno utilizzasse i

servizi ospedalieri di base fuori regione, Torino ad esempio, si leccherebbe le dita del Parini.

autonomia

Senza autonomia un Ospedale con il nostro bacino d'utenza sarebbe stato messo in discussione per la sua stessa esistenza! Ed invece la buona qualità è un elemento rassicurante.

condivido

In effetti cio' che dovremmo fare più spesso, forse, è guardarci intorno per renderci conto che ci sono sicuramente strutture ospedaliere che per certi aspetti superano la nostra, ma anche che nel complesso il nostro "piccolo" ospedale vanta servizi e reparti di "eccellenza" per cui numerosi pazienti vengono a farsi curare ad Aosta anche da altre regioni d'Italia.
Condivido l'opinione di chi dice che dobbiamo leccarci i baffi per la possibilità che abbiamo di avere un ospedale di questo tipo anche se siamo poco più di 120 mila...

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2019 Luciano Caveri