Bye-bye sacchetto di plastica

Un stilosissima borsa 'non di plastica'Monitoro, per curiosità, la scomparsa dei sacchetti di plastica, che è in vigore da inizio anno, anche se avverrà davvero una volta esaurite le scorte (ecco perché in certi negozi ne trovate ancora). Una scelta che condivido, dopo aver visto straordinarie zone montane o marine imbrattate dall'onnipresente e purtroppo sempiterno sacchetto.
In passato, il passaggio fra la vecchia sporta della spesa delle nonne - ne ho in memoria vari generi, tipo "a rete" oppure di iuta o di rafia - e il "moderno" sacchetto, era stato un segno tangibile della società dei consumi e nessuno si poneva problemi ambientali, oggi invece è l'inverso e dunque la sua scomparsa è segno di ecocompatibilità. L'addio al sacchetto di plastica è doveroso ma smonta un pezzo delle proprie abitudini.
I sacchetti alternativi, come quelli di amido di mais, saranno pure biodegradabili (a differenza di altri prodotti che sono biodegradabili "a condizione che..."), ma non reggono nessun tipo di peso e dunque non sono affatto sostitutivi.
Ho visto che in Svizzera, dove il no alla plastica era già scattato, nessuno li usa per la spesa, proprio per la loro inutilità, e dunque si propende per la sporta "fai da te" (che si presta oggi a belle operazioni di regalo) o la cassetta di cartone (soluzione per cui propendo).

Commenti

Ieri...

ammiravo la decisione della catena all'ingrosso "Metro" che ha di fatto ritirato dalle casse tutte le "sportine" di plastica, prima di esaurirle.
A casa mia si usa da tempo immemore la borsa di stoffa, preferisco il cartone quando vado a fare la spesa. E' comunque una decisone che porterà meno porcheria in giro per l'ambiente.
A questo proposito, sono stato profondamente colpito, dal video degli esami autoptici su balenotteri "spiaggiati" in Italia e successivamante morti.
Dai loro stomaci sono state estratte quantità di ogni cosa: molta plastica, nylon, ferro in bobina e altre cose da fare invidia ad un "bazar".
Ma non dimentichiamoci che questo non è altro che un piccolissimo passo fatto verso "casa nostra".

Hai ragione...

quando faccio la spesa ho una sportina di stoffa ed una di nylon con manici in corda, robusta, capiente e pratica.
E' una questione di voler bene al mondo in cui viviamo.

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2021 Luciano Caveri