I miei dubbi, oggi, in Consiglio Valle

Il sottoscritto durante il Consiglio Valle del 6 aprileIl Consiglio Valle, dopo mesi o forse anni di manovre di avvicinamento, ha votato l'allargamento della maggioranza regionale al PdL.
L'UV "apre" così alla Destra che governa a Roma, dopo riunioni interne che hanno seguito la linea tracciata dai vertici.
La mia posizione, per chi frequenti il sito, è ben nota e critica per una serie di ragioni che ritengo fondate e che difendo.
Quello che potete ascoltare qui è il mio intervento in aula, che riassume una buona parte dei miei pensieri.
Senza peli sulla lingua, come mio costume, anche se non credo mi porterà bene...

Commenti

Si Paris...

vaut bien une messe, Aoste vaut bien un "bunga bunga"!

Aosta...

vale molto di più. Il problema è che i valdostani si sono dimenticati il sapore della lotta.

Non vorrei...

che si creassero malintesi, certo che Aosta vale molto di più, la mia era una battuta sarcastica, per illustrare a che tipi la collettività valdostana si è lasciata svendere.

@Eric...

avevo compreso bene la tua battuta, il mio è stato un guizzo, ma non nei tuoi confronti.

«Senza peli sulla lingua...

...come mio costume, anche se non credo mi porterà bene...»

Non so, se ti porterà bene o meno, ma la dignità del gesto sicuramente è esemplare e spero che sia di esempio.
Ottimo intervento ;-)

Grazie per il sostegno...

che mi è stato dato qui e anche altrove, magari da parte dei molti che non se la sentono di "esporsi".

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2018 Luciano Caveri